Fingere lo spazio per fermare il tempo, la mostra personale di Peter Demetz

Nell’ambito del Festival Maravee Fiction, è stata inaugurata il 9 settembre la mostra personale di Peter Demetz, dal titolo Fingere lo spazio per fermare il tempo.

Già alla Triennale di Milano il lavoro di Peter Demetz ha raccolto un favorevole successo grazie all’opera The percepetion.
L’artista è un esperto scultore ligneo che opera con grande capacità tecnica la materia riuscendo a tradurre in immagine il complesso rapporto tra il tempo e lo spazio.
Tempo e spazio sono due dei temi proposti per il festival con i quali l’artista si misura e che naturalmente si riflettono, proprio per la peculiarità del suo lavoro, sulle altre due tematiche con cui è stato inaugurata la rassegna, identità e comunità.

Nei dodici gruppi scultorei presentati appare la doppia percezione tra la realtà delle statue – soggetti iperrealistici tratteggiati minuziosamente nei particolari – e lo spazio dove sono collocati, in cui il tempo appare “altro” tempo, un tempo sospeso che non guarda né al passato né al futuro.
Le figure scultoree appaiono come le protagoniste di una narrazione teatrale e lo spazio come un involucro scenografico in cui tutti i gesti, le espressioni e i movimenti, assumono un peso osservabile sia esternamente che internamente e dove lo spettatore può identificarsi nelle espressioni gestuali delle figure.

Il Festival Maravee, ideato da Sabrina Zannier, ora alla XVII edizione, ha sempre cercato di proporre opere e diversi linguaggi creativi spaziando in diverse discipline artistiche.
Sarà proprio in questa occasione che Demetz per la prima volta si misurerà con una performance attoriale, musicale e coreutica con Fabiano Fantini, Lucia Zazzaro, Cabiria Lizzi e Laura Ursella, su coreografia di Marina Forgiarini, direttrice della Petite école di Gemona.

Lo spettacolo verterà sulla riproposizione delle posture e i gesti delle sculture, accompagnate da musica e dialoghi, offrendo un nuovo spunto di lettura alle immagini proposte dall’artista.

È possibile visitare la mostra presso il Museo Civico di Palazzo Elti a Gemona del Friuli (UD) fino al 28 ottobre 2018.

Orari: tutti i giorni 9.30 – 12.30 e 15 – 18.30

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.