Facciamo rete ora. Un appello alle organizzazioni sociali in difesa dei diritti

Facciamo rete ora” è l’appello di un gruppo di cittadini romani che da anni si spendono per promuovere la salute e i diritti umani attraverso alcune organizzazioni, tra cui, per citarne alcune, Diritti al Cuore e Baobab Experience che da anni operano fuori e sul territorio italiano.

Alcuni degli organizzatori di questo movimento ci hanno contattato per diffondere un appello ad unire le forze per creare una piattaforma comune che metta insieme le tante piccole e grandi realtà che hanno come principio la tutela e il rispetto della persona umana e dei suoi diritti.

facciamo rete ora

L’idea nasce dall’esigenza di creare un fronte comune unito anche per resistere e rispondere ai continui attacchi fatti alle organizzazioni, istituzioni, persone, immigrati e operatori che si occupano quotidianamente di questi temi.
Un caso recente è stato quello di Mimmo Lucano, sindaco di Riace, costretto agli arresti domiciliari dopo aver proposto a tutta Europa e al mondo un modello di integrazione possibile.
La risposta di solidarietà a Lucano è stata molto forte e durante il corteo tenutosi a Riace in suo sostegno molte sono state le organizzazioni per i diritti umani che hanno espresso piena vicinanza al sindaco e al suo modello di umanità e solidarietà.

“Dovete essere uniti” ha detto Mimmo Lucano. Questa frase racchiude sempre meglio l’importanza di creare una linea comune basata su principi fondamentali che vanno costantemente ribaditi ovvero no al razzismo, no all’odio verso migranti, più solidarietà ed organizzazione per evitare le continue stragi che si verificano nel mar Mediterraneo.

Facciamo rete si propone quindi di fare una sorta di censimento di tutte le organizzazioni che si occupano di questa realtà per stilare poi un possibile Manifesto che raccolga le idee principali che accomunano il lavoro dei tanti che ogni giorno lottano e lavorano per una effettiva uguaglianza tra gli esseri umani, senza alcuna discriminazione e distinzione.

Questa esigenza nasce in un momento storico e politico in cui è necessaria un’ulteriore resistenza per difendere le vite e i diritti degli esseri umani.

Se siete interessati a fare rete e per maggiori informazioni potete scrivere a facciamoreteora@gmail.com.

Se volete e potete condividete questo messaggio.

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.