Amanda Oleander: il marketing culturale e l’e-commerce di disegni

Si possono criticare tante cose ai social network, ma di certo hanno il merito di riuscire ad arrivare a tutti, a spargere la voce in maniera epidemica. Chiunque ha la possibilità di raggiungere il suo pubblico ideale, di far sentire la propria voce, manifestare il proprio talento e, se si imbocca la strada giusta, diventare famosi in tutto il mondo. Un evento, un’immagine, una notizia hanno la capacità di diventare virali ed espandersi a macchia d’olio per il web, raggiungendo un numero sensazionale di persone. In questo senso i social sono dei perfetti strumenti di marketing, in quanto hanno il potere di arrivare a segmenti di mercato, che possono in potenza essere interessati al bene che si propone. Ecco che il marketing culturale trova nei social un alleato formidabile. Pensate a tutti quegli artisti che prima di diventare grandi sono completamente sconosciuti. Alcuni di loro potrebbero rimanere nell’ombra per sempre. Mentre prima dovevano aspettare che qualcuno li scoprisse, passando per caso durante un’esposizione, ora è sufficiente apparire per un po’ sui social e, per i più bravi e fortunati, se è vero talento, la maggior parte delle volte, fiorirà.

La storia di Amanda Oleander è una tipica fiaba del nostro tempo. Un’artista nel cuore e nell’anima, che decide di trasferirsi a Los Angeles per trovare fortuna. Troppo in bolletta per dedicarsi completamente alla sua arte, si trova a dover fare tre lavori contemporaneamente per mantenersi. Ma non rinuncia mai alla sua arte. Le dedica la parte più bella di sé stessa, il suo tempo, i suoi risparmi, senza mai svenderla. Senza mai farsi buttare giù dalle avversità e senza mai arrendersi. Pubblicizzandosi come meglio può attraverso un sito web e canali social come Periscope e Instagram. I suoi lavori non rimangono ignorati, vengono finalmente notati e diventano virali. Scatta l’Amanda Oleander fever. Inizia tutto così, con una semplice telefonata, che le cambierà la vita. Da qui in poi inizia la vera giostra. Fioccano gli ordini e arriva la fama. La situazione è talmente imprevista e travolgente, che all’inizio diventa ingestibile. Ma è una vita a cui Amanda si è abituata in breve tempo e le ha dato la spinta per continuare, sempre e solo con un obiettivo in testa: vivere della sua arte.

L’autenticità è la chiave del suo successo. Amanda dipinge il suo mondo, le persone che la circondano, la vita di coppia. E basta uno sguardo ai suoi lavori per capire che al centro di tutto c’è veramente l’amore. L’amore moderno, quello dei nostri tempi. Amanda ha il potere di cogliere la tenerezza della quotidianità, l’amore che ti colpisce per la sicurezza e per le sue certezze, non quello delle passioni travolgenti, ma quello semplice, che si sperimenta tutti i giorni, che prende vita dalla genuinità della routine quotidiana e dall’intimità.

Il successo è arrivato e si è consacrato sui social, dove tutti i giorni Amanda incontra 900 mila follower, con cui ancora interagisce personalmente. Perché la forza di questa artista viene principalmente da chi la segue. E per i fan super affezionati è stata creata la speciale vendita del lunedì. Per 24 ore vengono rilasciati nello shop del suo sito alcune delle sue stampe più famose e amate e le novità della settimana. Le stampe vengono messe in vendita a partire da 30 dollari e puntualmente ogni lunedì vanno esaurite. Seguire il suo account Instagram è un imperativo, ma il modo migliore per non perdersi la vendita speciale è iscriversi alla newsletter del blog, per essere avvisati tramite una mail non appena le opere vengono caricate sul sito.

In un mondo fatto di perfezione e bellezza ad ogni costo, come quello social, l’artista americana si è fatta spazio con le sue verità nude e crude, ma al tempo stesso romantiche, sulla vita di coppia, che spesso sono la cosa più lontana dalla perfezione che possa esistere. Amanda crea una connessione con i suoi follower. Chi la segue vede da dove nascono le sue opere, lei si racconta attraverso i suoi disegni e riesce a creare una vera e propria relazione e a far sprigionare milioni di emozioni, tramite quelle immagini semplici, un po’ rustiche, ma ricche di significato. Questa connessione tra mondo social e mondo reale è quella che crea il tanto osannato e chiacchierato engagement, che dà il vero valore ad un influencer e ad una pagina social. E sempre questo collegamento tra i due mondi è la forza del marketing culturale, che attraverso i social ha il compito di portare la cultura e sprigionarla negli smartphone di tutto il mondo, rendendola fruibile a tutti e Amanda ci insegna che anche questo è possibile.

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.